Tank Girl by Jamie Hewlett
ABOUT: LIVE FROM TORINO!?
POP CULTURE # TECHNO MUSIC
# PUNK ROCK AND HAPPINESS...
my life & MTV

   
[-_-]anKor loves these links:acidhouse \ attu \ bloody.sunday \ booooooom \ coincidenceS \ conscientiouS \ The+Cure \ fecal.face \ geisha \ glubilga \ indienudes \ (((i))) \ kottKe \ linkchecker \ mtv \ neurastenia \ sentieri.selvaggi \ splattercontainer \ SUBSONICA \ the STROKES \ trainspotting.1996 \ UNDERWORLD \ woostercollective
The ClutCh
__________________
[-_-]mondo blog:
asashleyb \ autorun \ boingboing \ consiglioegitto \ d.goldstein \ elbo \ feministe \ flickrblog \ Icepick \ ink \ kush \ lakescorner \ milinkito \ mozetta \ onemoreblog \ plep \ polaroid \ settore4C \ strelnik \ sugar-n-spicy \ ternura \ we-make-money
stockholm beat connection __________________
[-_-] les particules élémentaires:
my 31 hits:la.lista.de.la.vida;
voli imprevedibili...;
noi, the stylish kids in the riot;
exec sql select love;
amo il calcio sin verguenza;
noi, i ragazzi dello zoo di Torino;
more.important.things.in.life...;
l'età dell'oro dello sfascio 1;
matrix_anKor_reloaded;

_________flickr.ankor2:

[-_-]ME, MYSELF & I :
__________________
[-_-] I keep mine hidden:

my.lastfm\ my.flickr\ my.mp3\
out\ R.Bresson\ beldad.2\ gummo2\
Sono: massimo (anKor)
Citta': Torino
Contatto: ank2222@gmail.com
la mia email

Me, myself and i


ARCHIVIO:
/ luglio 2002 / agosto 2002 / settembre 2002 / ottobre 2002 / novembre 2002 / dicembre 2002 / gennaio 2003 / febbraio 2003 / marzo 2003 / aprile 2003 / maggio 2003 / giugno 2003 / luglio 2003 / agosto 2003 / settembre 2003 / ottobre 2003 / novembre 2003 / dicembre 2003 / gennaio 2004 / febbraio 2004 / marzo 2004 / aprile 2004 / maggio 2004 / giugno 2004 / luglio 2004 / agosto 2004 / ottobre 2004 / novembre 2004 / dicembre 2004 / gennaio 2005 / febbraio 2005 / marzo 2005 / aprile 2005 / maggio 2005 / giugno 2005 / luglio 2005 / agosto 2005 / settembre 2005 / ottobre 2005 / novembre 2005 / dicembre 2005 / gennaio 2006 / marzo 2006 / aprile 2006 / maggio 2006 / giugno 2006 / luglio 2006 / agosto 2006 / settembre 2006 / ottobre 2006 / novembre 2006 / dicembre 2006 / gennaio 2007 / febbraio 2007 / marzo 2007 / aprile 2007 / maggio 2007 / giugno 2007 / luglio 2007 / agosto 2007 / settembre 2007 / ottobre 2007 / novembre 2007 / dicembre 2007 / gennaio 2008 / febbraio 2008 / marzo 2008 / aprile 2008 / maggio 2008 / giugno 2008 / luglio 2008 / agosto 2008 / settembre 2008 / ottobre 2008 / novembre 2008 / dicembre 2008 / gennaio 2009 / febbraio 2009 / marzo 2009 / aprile 2009 / maggio 2009 / giugno 2009 / luglio 2009 / agosto 2009 / settembre 2009 / ottobre 2009 / novembre 2009 / dicembre 2009 / gennaio 2010 / febbraio 2010 / marzo 2010 / aprile 2010 / maggio 2010 / giugno 2010 / agosto 2010 / ottobre 2011 / gennaio 2012 / febbraio 2012 / giugno 2013 / luglio 2013 / settembre 2013 / ottobre 2013 / marzo 2014
  • Current Posts

  • Powered by blogger.com
  • Listed by blogarama, yaccs, blogwise


    ____does___MTV___have___a___molecule___?
    non leggete questi testi!
    non leggete questi testi!
    non leggete questi testi!
    non leggete questi testi!
    non leggete questi testi!
    non leggete questi testi!
    non leggete questi testi! non leggete questi testi!

    website stats

  • lunedì, febbraio 16, 2004


    ...cd...
    the rapture in the fnac;
    circa due mesi fa alla fnac mi son comprato il cd dei Reveonettes (ero in piena estasi post-nuovo-strokes), carino, certo, per carità, però ancora non mi capacito di NON aver preso quello dei Rapture come inizialmente avrei voluto fare!?!?!?


    (The essential disturbance: ora capisco le code dei miei amici agli sportelli erasmus - scandinavia)

    massi
    ? anKor at : 18:26:00 0 Commenti

    sabato, febbraio 14, 2004


    ...quello striscione 'gobbo' a san siro...
    qui dove non si cantano mai i Queen;
    spara milla spara, spera milla speranon vincete mai
    non vincete mai
    è vero
    è perchè dovrei vergognarmene?
    Ho imparato a prendermi le mie bordate
    le mazzate
    scoppolate
    comunque vado avanti
    andiamo avanti
    un striscione non fa che affermare una constatazione
    il sole è grande
    la birra costa troppo
    il fumo fa male
    non vincete mai

    non ci sono punti esclamativi
    in quello striscione
    oggi
    il giorno dopo
    sono deluso
    sconfitto
    affranto
    ma non me ne frega niente lo stesso
    ho imparato ad andare avanti
    non abbiamo santi in paradiso
    e nemmeno stanno facendo il tagliando per entrarci a settembre
    ci piace correre
    a più non posso
    per le strade di periferia
    lontani dai guai
    che puntualmente ci sorprendono alle spalle.
    La felicità non vive nella vittoria
    ho ucciso la volpe mangiandogli l'uva
    la felicità nasce dal sentirsi parte di un gruppo
    forte
    coeso
    solido
    e che non vince mai.



    .
    .
    .
    .
    Poi quando perdiamo con la juve la tristezza mi porta a pensare a Francoforte:
    Adorno e Horkheimer avevano coniato la locuzione "industria culturale", che alludendo alla "preordinata integrazione, dall'alto, dei suoi consumatori", attira subito l'attenzione sul fatto che il consumatore non è per nulla, come si vorrebbe far credere, il sovrano, il soggetto di tale industria, bensì è il suo oggetto. Infatti l'industria culturale suscita i bisogni e determina i consumi degli individui, rendendoli passivi ed etero-diretti, annullandoli come persone e riducendoli ad una massa informe.
    Il mercato di massa impone standardizzazione e organizzazione: i gusti del pubblico e i suoi bisogni impongono stereotipi di bassa qualità. Succede però che in questo circolo di manipolazione e di bisogno che ne deriva, che l'unità del sistema si stringe sempre di più. Sotto le differenze, rimane l'identità di fondo: quella del dominio che l'industria culturale persegue sugli individui: "ciò che di continuamente nuovo essa offre non è che il rappresentarsi in forme sempre diverse di un qualcosa di eguale".
    "La società è sempre la vincitrice e l'individuo è soltanto un burattino manipolato dalle norme sociali. L'influenza dell'industria culturale, in tutte le sue manifestazioni, porta ad alterare la stessa individualità del fruitore: egli è come il prigioniero che cede alla tortura e finisce per confessare qualsiasi cosa, anche ciò che non ha commesso.
    "I mass media non sono semplicemente la somma totale delle azioni che descrivono o dei messaggi che si irradiano dalle azioni. I mass media consistono anche in vari significati sovrapposti l'uno all'altro: tutti collaborano al risultato". La struttura multistratificata dei messaggi riflette la strategia di manipolazione dell'industria culturale: quanto essa comunica è stato da essa stessa organizzato allo scopo di incantare gli spettatori simultaneamente a vari livelli psicologici. Il messaggio nascosto, può essere più importante di quello evidente, poiché questo messaggio nascosto sfuggirà ai controlli della coscienza, non sarà evitato dalle resistenze psicologiche nei consumi, ma probabilmente penetrerà il cervello degli spettatori.
    FONTE


    (The essential disturbance: logo R.I.P.)

    massi
    ? anKor at : 09:57:00 0 Commenti

    venerdì, febbraio 13, 2004





  • e dal cuore sgorga un vaffanculo poderoso.


    ? anKor at : 08:21:00 0 Commenti

  • mercoledì, febbraio 11, 2004


    ...?...
    le profit avant la vie?;
    !?
    un altro cazzo di mondo è possibile?
    www.otf.50megs.com/Protest
    ch.indymedia.org/fr/2004/01/17936
    india.indymedia.org/en/2004/01/208464
    ch.indymedia.org/fr/2004/01/17997
    www.malamente.com/diritti/31gennaio/manifbo

    (The essential disturbance: chumbawamba - tubthumping)
    ? anKor at : 17:28:00 0 Commenti